TURISMI⎨E⎬CULTURE

leggere per viaggiare, viaggiare per conoscere

 
 

HOME


 

IDEE DI VIAGGIO. LUNGO COSTA, L'ALGHERO-BOSA



L'ALGHERO-BOSA TRA MARE E TERRA
In barca, in bici, in moto. L'Alghero-Bosa è una delle rotte e strade più amate dell'Isola di Sardegna

sardegna-alghero



Da Alghero, la Roccaforte Catalana nel nord-ovest dell'Isola di Sardegna.
Alghero è una città dalle mille anime, non si svela mai ad un unico sguardo. Ogni volta che la visiti ha sempre qualcosa di nuovo da mostrarti. Sulle sue terre sono passati fenici, romani, pisani, genovesie poi i catalani che rimasti alla guida della città per oltre secoli, hanno lasciato bellissime tracce del loro passaggio. Quando vi giunsero, nel 1354, la città venne ripopolata con genti provenienti dalla penisola iberica e fu così che, all'interno delle sue mura, iniziò ad echeggiare il suono della lingua catalana. Ancora oggi il suono di quella lingua la abita e l'attraversa in ognni dettaglio.

•••

 
 

 

 

   


  L'ALGHERO-BOSA  

   

Il giallo dell'euforbia, il verde, il bianco e il rosa delle alte pareti vulcaniche e poi i blu. Dettagli di una delle strade panoramiche più belle e battute dell'Isola.
Dal centro abitato di Alghero si prende la provinciale 105, poi sp 49. Una litoranea che ogni anno migliaia di ciclisti e motociclisti percorrono tra salite, curve e ripide discese.
Lungo la strada si aprono diverse piazzole dove godere del panorama e fare rifornimento di acqua nelle storiche fontanelle. La prima è al tredicesimo km circa dopo la bellissima spiaggia di Poglina, meglio conosciuta come "La Speranza". Tante le discese a mare dove ad areninili più frequentati si alternano cale solitarie e caratteristici scogli che lentamente si tuffano nel mare e digradano verso fondali dal colore azzurro, smeraldo e blu cobalto. Come la Piana delle Croci, una delle mete preferite dalle barche che attraversano questi mari ma anche raggiungibile dalla strada attraverso un sentiero, abbastanza ripido, fra i profumi di ginepri, ginestre e palme nane.

costa-alghero-bosa
Lungo costa. Alghero-Bosa



Scenari da favola anche per chi sceglie di percorrere l'Alghero-Bosa via mare. Circa 20 miglia, dal porto di Alghero, per raggiungere uno dei Borghi autentici più belli d'Italia. E potete arrivare fin dentro la città percorrendo il fiume Temo che a 900 m dalla foce, sulla sua sponda destra, ospita la Nuova Darsena con pontili galleggianti da 220 posti barca.
Bosa è tra fiume e mare. Ed è dalla sommità del suo Castello che si coglie la bellezza di una città sul mare attraversata dalle acque dell'unico fiume navigabile di tutta l'Isola. Il Castello è quello dei Malaspina, edificato dall'omonima famiglia toscana tra il XII-XIII secolo.
Se vi piace camminare potete lasciare il vostro mezzo ai piedi del colle e arrivare fin su il Castello percorrendo una delle caratteristiche scale, s’Iscala ‘e sa rosa e s’Iscala longa, poste ad est e a ovest del borgo, o s’Iscala ‘e s’ainu che attraversa le strette vie del colorato quartiere "Sa Costa".
Dalla sua sommità si ammira Bosa, il suo territorio e il fiume che l'attraversa fino ad arrivare al mare.

bosa-castello-dei-malaspina
Bosa, vista dal Castello dei Malaspina



Le caratteristiche case a schiera, affacciate sulla sponda sinistra del fiume, sono i caratteristici fabbricati del quartiere artigianale "Sas Conzas".
Sono le antiche concerie dove si è svolta l'attività di lavorazione delle pelli fino alla seconda metà del '900. Praticata fin dall'epoca romana, e forse anche prima, diventa una delle principali attività e realtà economiche nel corso dell'800 e nei primi anni del '900 facendo di Bosa una delle principali concerie d'Italia. Oggi questo suggestivo esempio di archeologia industriale è stato riconosciuto Monumento Nazionale. Parte di quella storia è raccontata negli spazi del Museo delle Conce, allestito in una delle antiche concerie.
Un'altra bellissima immagine di Bosa ci aspetta. Ma dobbiamo lasciare il Castello e raggiungere la sponda sinistra del Temo e da qui guardare verso il colle: la verticalità delle case colorate abbarbicate tra il fiume e il colle di Serravalle, dove sorge il Castello, è una delle cartoline più belle della Sardegna

 


Bosa, l'antico quartiere Sa Costa ai piedi del Castello dei Malaspina


 

 
   
     

PER UNA FILOSOFIA DEL TURISMO
L'ARTE DI SAPER ACCOGLIERE


 

PER UNA FILOSOFIA DEL VIAGGIO
COMUNICARE VACANZA


mail
   
       
 

TURISMIECULTURE.IT | LEGGERE PER VIAGGIARE, VIAGGIARE PER CONOSCERE


info@turismieculture.it


Turismi e Culture.it
informazioni, viaggi e letture

::: PUNTOARCH.NET :::